Salute

Perchè mettere il sale nello shampoo? Ecco la verità

Sapevate che esiste un rimedio naturale per rendere i capelli molto più sani e belli utilizzando del semplice sale da cucina. Tale rimedio consiste nel mettere un po’ di sale all’interno del flacone del vostro shampoo che normalmente utilizzate per lavarvi i capelli. Potrà sembrarvi una cosa strana da fare, tuttavia un semplice cucchiaino di sale può salvaguardare i vostri capelli eccessivamente grassi o che magari avevano cominciato a sviluppare della forfora o del sebo. Per provare questo metodo naturale, non vi serve nulla di particolare da reperire, considerato che chiunque in casa ha del sale, tuttavia l’ideale sarebbe scegliere quello grosso, anche se pure il comune sale fino va bene. Ma perché si dovrebbe mettere il sale nello shampoo? All’interno di questo articolo risponderemo a questa e ad altre domande.

Mettere il sale nello shampoo

Mettere un cucchiaino di sale nello shampoo prima di lavare i capelli apporta degli effetti miracolosi. Si tratta di un rimedio naturale che semplifica la vita, poiché si tratta di un prodotto completamente naturale che ha un bassissimo costo, quindi eviteremo di acquistare prodotti super costosi per risolvere problemi di forfora. Se avete i capelli grassi, aggiungete due o tre cucchiai di sale al vostro shampoo, agitate bene il flacone prima dell’uso e poi effettuate il lavaggio come fate di solito. Il sale aiuterà a rimuovere l’eccesso di sebo, ma i veri benefici si vedranno bene dopo qualche lavaggio. Il sale può essere utile anche se si hanno problemi di forfora, infatti agisce come uno scrub per rimuovere le desquamazioni oltre a riattivare la circolazione. In questo caso, però, dovete separare la chioma in sezioni, spargere qualche pizzico di sale e massaggia delicatamente con le dita umide per qualche minuto. Infine, risciacquate i vostri capelli e fate uno shampoo. Per avere dei risultati, dovreste ripetere questo processo almeno due volte a settimana.

Attenzione al tipo di sale che utilizzate

Una cosa alla quale dovreste fare molta attenzione è non confondere il comune sale marino (cloruro di sodio) con altre sostanze come il laurilsolfato di sodio, che è invece un tensioattivo dall’azione sgrassante molto aggressiva. Potete utilizzare, per esempio, i sali di Epsom. L’effetto depurativo dei sali di Epsom si nota anche sui capelli, che possono essere più facilmente sgrassati e liberati dalla forfora con il suo aiuto. Si tratta di un rimedio naturale che si può utilizzare con frequenza regolare per ottenere risultati visibili e duraturi nel tempo. La produzione eccessiva di sebo sul cuoio capelluto può provocare un effetto unto molto spiacevole e brutto da vedere. Con questo semplice ed antico rimedio il problema può trovare una soluzione. All’interno del vostro shampoo aggiungete un cucchiaio di sale grosso di Epsom e fatelo sciogliere per bene. Per effettuare questa operazione nel modo giusto, dovreste utilizzare una prima dose di shampoo sui capelli, per ridurne la quantità nel flacone e sostituirla con un po’ di acqua calda. Oppure si può sciogliere il sale prima in un po’ d’acqua calda in un bicchiere, e poi aggiungerlo allo shampoo. Se il problema è molto serio, si consiglia di aggiungere il sale all’acqua del primo risciacquo, in modo da potenziarne l’azione depurativa. Al termine del processo dovrete sciacquare abbondantemente la testa.

Related posts

L’otite: incubo di grandi e piccoli!

Francesca Ricci

Pulire il tagliere senza detersivo? Ecco cosa utilizzare!

Dani

Malattie renali:cause, diagnosi e sintomi!

Francesca Ricci