Come mangiare la mortadella per non fare male? Ecco l’incredibile verità

Mangiare mortadella se per te fosse un’abitudine dovresti certamente continuare la lettura.  Il suo sapore è davvero inconfondibile ma vediamo se mangiarla potrebbe far bene o male 

Mangiare mortadella fa male?

Mangiare mortadella in quantità eccessive potrebbe far male. È considerato un salume tipico di Bologna e contiene una quantità importante di sale. Per questa ragione se ti fosse stata consigliata un’alimentazione povera di sodio sarebbe certamente da sconsigliare. È indicato come un alimento molto pregiato ma va consumato in modo moderato: ogni 100 grammi assimili 70 mg di colesterolo. Le conseguenze di un consumo eccessivo porterebbero all’obesità. Quando si è in gravidanza sarebbe opportuno chiedere un parere al proprio medico per vedere se ci sono particolari controindicazioni nel mangiarla.

È importante porre molta attenzione quando vai ad acquistare la mortadella. Perché possa essere davvero di qualità verifica che la parte magra abbia un colore rosa intenso e con bordi definiti. Ti accorgi che non sono state usate carni italiane quando il colore non è così vivo. Il secondo elemento da verificare è il profumo quello tipico di farti venire voglia di mangiarla. In alcuni casi potresti trovarla anche con il pistacchio.

È stato eletto prodotto IGP e per questa ragione segue un procedimento ad hoc per essere preparata: la carne è sempre selezionata e tritata, dopodiché quest’impasto viene aromatizzato e speziato. Insaccata in budelli naturali e cotta all’interno di stufe. L’uso degli additivi alimentari diventa necessario quando occorre conservare a lungo il salume per evitare che possa subire delle alterazioni. È senz’altro ricca di lipidi, colesterolo e grassi saturi. Per questa ragione devi consumarla in modo saltuario. Presenta anche proteine vitamine e minerali oltre al ferro, fosforo e niacina.

Come mangiare la mortadella 

La mortadella è un alimento che deve essere mangiato in modo adeguato e non quotidiano. È un insaccato che ingolosisce anche i bambini ma anche loro devono mangiarlo in piccole quantità. In caso di allergie particolari deve essere assolutamente esclusa dall’alimentazione. Tagliata a cubetti diventa un perfetto aperitivo mentre affettata molto sottile completa il miglior antipasto.

La preparazione ideale è come farcitura per panini o nella focaccia. Ciascuno avrà certamente la sua preferenza per gustarla al meglio ma se prepari una pasta pasticciata certamente non può mancare. Nel polpettone trova un delicato abbinamento con i formaggi come anche si accosta bene per farcire i cornetti salati con le verdure. I calzoni fritti con mortadella e fiordilatte sono tipici napoletani. Devi gustarli caldi mentre il fiordilatte è ancora filante per poterli assaporare nel loro gusto più intenso.

La frittata è una valida alternativa per un salto sfizioso da gustare per cena. Se invece hai ospiti e hai bisogno di preparare un gustoso antipasto veloce arrotola una fetta di mortadella ad un grissino e servili con della robiola accompagnando il tutto con delle olive. È un salume davvero versatile che solletica l‘acquolina a chiunque ma, attenzione anche a come conservarla per preservare al meglio il suo sapore autentico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.