Attenzione al tonno se soffri di colesterolo: ecco cosa accade!

Il tonno è un alimento che garantisce un buon apporto proteico. Per comodità, la maggior parte delle volte si compra tonno in scatola, ma ti sei mai chiesto se potrebbe essere dannoso per la tua salute specialmente se si soffre di colesterolo? Ecco la risposta.

Il tonno in scatola è davvero nocivo?

Il tonno in scatola viene sconsigliato e sostituito con il tonno in scatola in vasetti di vetro. Questa raccomandazione è consigliata perché il vetro riesce a mantenere inalterate le caratteristiche del pesce e non contiene sostanze nocive. Le alte proporzioni di sale non sono raccomandate se si ha il colesterolo alto e si deve seguire una dieta povera di grassi. Il tonno in scatola è sconsigliato a causa dell’eccesso di cloruro di sodio (cioè il sale) che viene usato come conservante per il cibo. Questi dati devono essere rigorosamente considerati in quanto interferiscono con la ritenzione idrica. Solitamente, durante la gravidanza, questo è sconsigliato perché essendo un pesce di grossa taglia, spesso contiene metalli tossici. Tuttavia, è anche vero che il tonno deve far parte della dieta in quanto contiene Omega3 che aiutano a migliorare il sistema circolatorio e prevenire il rischio di malattie correlate. Le proteine ​​del tonno sono molto apprezzate dagli atleti perché aiutano a costruire la struttura muscolare. Il tonno in scatola può essere al naturale o con l’aggiunta di olio, ma in entrambi i casi il colore è leggermente più scuro rispetto a quello conservato in vetro.

Come gustare al meglio il tonno

Il tonno sott’olio è davvero delizioso, ma devi prestare attenzione alla sua qualità. Quello in scatola non ti permette di vedere il colore e, soprattutto, quando vai ad impiattarlo, non hai dei filetti di tonno da servire come invece quello nel vasetto di vetro. Il colore deve essere sempre di un rosa chiaro e integro: perfetto da servire accompagnato da un’insalata.

Per un pasto veloce, puoi preparare un panino con tonno, uova e insalata per fare il pieno di energia per il momento più stressante della giornata. Se invece preferite la pasta al gusto, potete preparare il sugo con olive e pomodori.

Usalo come tortino da spalmare sulle fette di pane come aperitivo o antipasto: devi mescolare il tonno naturale con lo yogurt, quindi aggiungere le olive e l’olio. La crema deve riposare in frigorifero per almeno mezz’ora prima di servire.

La versatilità di questo ingrediente ti dà anche la libertà di essere creativo e insolito nelle ricette, poiché si sposa bene con qualsiasi piatto.

Puoi anche considerare di cucinare il tonno a casa sott’olio in modo che sia pronto quando ne hai bisogno. Armatevi di pazienza, perché deve passare un mese prima di mangiarlo. Lessare il tonno in acqua salata per un’ora, quindi metterlo in un barattolo e coprirlo completamente con l’olio. Spegneteli e continuate a bollire. Si manterrà per tre mesi, ma devi controllare che il vuoto sia stato fatto correttamente. Se preferisci una preparazione più leggera, puoi utilizzare metà della quantità di olio di semi. Condite con pepe o bacche di ginepro a piacere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.