Attenzione allo zucchero di canna: ciò che accade è pazzesco

A volte, in alternativa allo zucchero bianco, ci rivolgiamo allo zucchero di canna, che pensiamo sia più salutare. Ma è davvero così? “Non mangiare zucchero di canna”: ecco perché si dice: saccarosio
Sappiamo che troppo zucchero fa male al corpo. Colpisce i livelli di zucchero nel sangue, portando a malattie metaboliche come il diabete. Troppo zucchero fa male ai denti e può danneggiare lo smalto, aprendo la strada alla carie. Questi sono solo due dei problemi che lo zucchero può causare al corpo, quindi è importante trovare un’alternativa più sana a questo dolcificante.

La scelta spesso si rivolge al saccarosio, considerato più salutare. Ma è davvero così? Chi ha detto “non mangiare zucchero di canna” non ha tutti i torti e ti spieghiamo il perché.

La differenza tra saccarosio intero

“Non mangiare zucchero di canna” ecco perché: è un dolcificante, non buono come lo zucchero bianco, ma buono quasi. Stiamo parlando dello zucchero di canna grezzo, che è molto diverso dallo zucchero di canna integrale ed è un dolcificante davvero salutare. Il saccarosio intero contiene una percentuale inferiore di saccarosio ed è ricco di sostanze nutritive. Dopo essere stato estratto dalla canna da zucchero, lo zucchero di canna integrale non ha subito alcun processo di raffinazione chimica, quindi non danneggerà l’organismo.
Il saccarosio intero ha un basso indice glicemico, un ottimo valore energetico e un buon apporto di sali minerali. Le calorie sono molto inferiori rispetto allo zucchero bianco e allo zucchero di canna grezzo: 100 grammi di zucchero di canna integrale hanno infatti 275 calorie. Altra alternativa maggiormente salutare è quella del miele, ricco di proprietà nutritive, o dello sciroppo d’acero, molto in voga negli ultimi anni.

Molti studi sulla salute raccomandano addirittura non più di 6 cucchiai di zucchero al giorno. Ma la verità è che chissà quanto stiamo consumando inconsapevolmente. Questa ricerca mira ad allertare le persone e cercare un ambiente più sicuro. Ma il saccarosio non fa male anche in questi casi? In questo articolo cercheremo di spiegarne le proprietà.

Quando si parla di saccarosio si intende il saccarosio, lo zucchero, che deriva dalla produzione e lavorazione della canna da zucchero. Lo zucchero bianco raffinato deriva dalla lavorazione della barbabietola. Per ottenere il nostro amato zucchero di canna, il fusto della pianta deve essere indebolito, e con la giusta macchina si ottiene uno sciroppo molto scuro nella prima parte.

Esistono due tipi di saccarosio ed è giusto distinguere tra i due. Ce n’è uno integrale che non subisce il processo di raffinazione, ma passa attraverso il processo di raffinamento pur mantenendo un colore scuro a causa dell’elevata concentrazione di melassa. Tutto sommato, tuttavia, la differenza di apporto calorico in realtà non è molto diversa tra raffinato e crudo. Lo zucchero bianco raffinato è di 390 calorie, mentre lo zucchero di canna è di 360 calorie.

Detto questo, dopo aver scoperto la reale differenza di zucchero, possiamo comunque consigliarvi di non abusare del saccarosio. Anche se è una relazione leggermente meno disordinata dell’altra, può fare altrettanto danno ai nostri corpi. Non mangiare più di 6 cucchiai di zucchero di canna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.