Allarme scarafaggi: ecco cosa può accadere se…

L’allarme scarafaggi scatta quando in casa ci accorgiamo che stiamo subendo una vera e propria invasione improvvisa. Che fare in questi casi? Dobbiamo armarci di pazienza e trovare l’origine di entrata così da eliminare alla radice il problema. Cerchiamo di valutare dei prodotti da spruzzare o da stendere che non siano troppo tossici per l’ambiente.

Purtroppo, a volte capita che entrino degli ospiti indesiderati. E la maggior parte delle occasioni avvengono in estate e in autunno. In estate gli scarafaggi entrano per cercare del refrigerio e magari anche del cibo. In autunno cercano un riparo contro il freddo, quando si avvertono le prime correnti di aria gelate.

D’altronde, non possiamo biasimarli nella loro ricerca di una situazione idilliaca ma la convivenza non è accettabile. Gli scarafaggi prolificano in maniera impressionante in termini di velocità e di numero e non è proprio il caso di dover convivere con un assortimento tanto agguerrito di insetti. Perciò dobbiamo contrattaccare.

Allarme scarafaggi: cosa fare quando si presenta il problema

Se vediamo comparire uno scarafaggio in casa non dobbiamo preoccuparci. Potrebbe essere entrato dalla finestra o dalla porta, invitato da qualche odore particolare. Ma se vediamo in maniera sistematica degli scarafaggi allora dobbiamo iniziare a preoccuparci. Di norma scelgono degli ambienti specifici come il bagno, la cucina, i solai e le cantine.

Il bagno perché trovano l’umidità e il cibo. Tanti scarafaggi, infatti, come le blatte e simili, si nutrono di capelli, pelle morta e fibre di tessuti. In cucina perché è come l’entrata al ristorante dove un servizio gourmet permette loro di realizzare ogni desiderio culinario. E le cantine e i solai perché sono spazi quasi disabitati in cui non entriamo spesso e lì possono vivere abbastanza in tranquillità.

Perciò se vediamo più insetti muoversi in questi spazi scatta l’allarme scarafaggi e siamo costretti a intervenire subito. Controlliamo qualsiasi fessura, intercapedine, spazio o buchetto in cui possano rifugiarsi. Se abbiamo scatole, contenitori o armadi dobbiamo aprirli, rovistarli e pulirli. Detergiamo tutte le superfici con dell’ammoniaca che infastidisce gli insetti.

Se troviamo l’entrata o l’origine del loro nascondiglio procediamo subito a distruggerlo. Esistono molti prodotti in commercio da utilizzare specifici per risolvere questo tipo di problemi. Ciò che non dobbiamo fare, invece, è tergiversare perché lasceremo tempo agli scarafaggi per moltiplicarsi e invadere i nostri ambienti casalinghi.

Cosa può accadere se non eliminiamo da subito l’allarme scarafaggi

Come abbiamo già precisato, gli scarafaggi sono alquanto prolifici e si moltiplicano in fretta. Potremmo non trovare il nascondiglio e lasciare che la loro prole si disperda in altre stanze della casa. In questo caso subiremmo una vera e propria invasione che diventerebbe incontrollabile e quindi ingestibile.

Saremo così costretti a chiamare la disinfestazione e spendere un bel po’ di soldi per liberarci definitivamente del problema. Pertanto, non perdiamo tempo se vediamo in giro per la casa due o tre scarafaggi e mettiamo a soqquadro tutti i possibili fori di entrata. Diventa un lavoraccio, lo so, ma chiamare un servizio di disinfestazione sarebbe nettamente più dispendioso e complicato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.