Nessuno lo sa, ma questi 10 fiori si possono mangiare e fanno bene

Nessuno lo sa, ma esistono fiori che si possono mangiare e fanno bene alla salute. Non ci riferiamo ai fiori di zucchine o ai cavolfiori, ma parliamo di rose, viole, primule, tulipano, lillà e molti altri. In natura ci sono fiori i cui petali sono commestibili e portano benefici all’essere umano, a patto che siano coltivati biologicamente, senza l’uso di prodotti chimici.

10 fiori che si possono mangiare e fanno bene

Nelle prossime righe ti sveleremo i fiori che si possono mangiare e che possono regalarti benefici insospettabili. L’unica raccomandazione sarà quella di ingerire esclusivamente i petali, senza usare pistilli e stami, e di usare fiori genuini, privi di pesticidi.

Viola

Tra i fiori che si mangiano spiccano lei, la viola. Ha un particolare sapore di menta che la rende ideale nelle insalate, nelle macedonie di frutta, nei gelati o negli aperitivi, ma anche abbinata a pietanze salate. Questo fiore ha proprietà antiossidanti, antinfiammatorie e diuretiche. Inoltre, la viola è un ottimo calmante naturale.

Primula

I suoi petali colorati sono adatti a ricette salate, come i risotti, le minestre, le salse o le frittate. Oltretutto, hanno una sorprendente azione sedativa, rilassante e antinfiammatoria.

Basilico

Il suo sapore erbaceo piace a tutti e arricchisce molte pietanze estive. Il basilico è in grado di alleviare lo stress, l’ansia e perfino la depressione. Favorisce il sonno e aiuta a digerire meglio.

Calendula

Un altro fiore edibile è la calendula. Molto usata in fitoterapia grazie alle sue proprietà lenitive, antinfiammatorie, antispasmodiche, antibatterica e immunostimolante. Inoltre può diventare un formidabile antidolorifico naturale e favorire il ciclo mestruale. Non tutti sanno, però, che i suoi petali hanno un gusto lievemente pepato e acidulo, perfetti se volete provare dei primi piatti intriganti.

Camomilla

La sua azione calmante è ben nota. Meno conosciuta è la sua capacità di addolcire in modo speciale biscotti e torte. Provare per credere!

Salvia

I suoi fiori possono aggiungere una nota fresca e delicata nelle salse, nelle insalate o nei risotti. La salvia è un potente antinfiammatorio naturale, ha un’azione balsamica, espettorante e digestiva.

Rosa

Tra i fiori che si possono mangiare e che fanno bene, la rosa è di certo il più elegante e famoso. I petali, di innumerevoli colori, possono dare un tocco di vivacità ai piatti. Più sono scuri e più hanno un sapore deciso. La rosa irrobustisce il sistema immunitario e respiratorio, rilassa ed è un insospettabile ingrediente afrodisiaco.

Nasturzio

Del nasturzio potrai mangiare ogni parte, dalle foglie ai suoi petali. Una volta ingerito, arriverà al palato prima un sapore dolce, seguito poco dopo da una nota più pungente. È conosciuto per le sue proprietà disintossicanti, diuretiche, antibatteriche e disinfettanti.

Angelica

Ha un particolare sapore che ricorda la liquirizia, l’ideale nelle insalate o con il gelato. L’angelica è un formidabile calmante naturale, ma non solo. Ha un’azione antispasmodica, antinfiammatoria, carminativa ed espettorante.

Gelsomino

I suoi possono profumare e arricchire ricette di dolci, biscotti e torte, ma anche infusi e bevande. Il gelsomino è noto per le sue indiscusse proprietà analgesiche e antispasmodiche, aiuta nel caso di disturbi respiratori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.