Migliori integratori per colesterolo e glicemia alta: classifica ufficiale

Da svariati decenni è sempre più riconosciuto il legame tra lo stile di vita, alimentazione compresa, e lo stato di salute, che viene condizionato in maniera decisamente importante, a volte addirittura decisiva. Da giovanissimi siamo “invogliati” dai genitori a mangiare cibi sani, spesso contro la nostra volontà, e spesso questi insegnamenti restano impressi anche nell’età adulta.

In un organismo sano quello che deve prevalere è sostanzialmente un equilibrio, che resta un concetto strettamente personale, ecco perchè esistono decine e decine di regimi alimentari che non necessariamente hanno lo stesso grado di efficacia verso per tutti.

Patologie diffuse

Nei confronti di disturbi, intolleranze e patologie varie sempre più spesso si predilige un approccio legato al miglioramento dello stile di vita: valori di glicemia e colesterolo elevati rappresentano delle  condizioni che non possono essere “guarite”, ma sostanzialmente gestite, ed in questo il cibo svolge un ruolo non totalizzante ma comunque importante.

Quando non può essere il cibo a fornire nutrienti adatti, si fa solitamente ricorso agli integratori alimentari, sempre più diffusi. Quali sono i più adatti a contrastare glicemia e colesterolo elevati?

integratori glicemia colesterolo

Migliori integratori per colesterolo e glicemia alta: classifica ufficiale

Ginseng – Non è un vero e proprio integratore in senso stretto ma numerosi di questi prodotti contengono proprio il ginseng che si rivela essere un eccellente “ricostituente” per l’oragnismo ed ha un concreto impatto per tenere a bada la glicemia.

Acido alfa-lipoico – Considerato un antiossidante naturale, particolarmente adatto a “mitigare” i sintomi tipici dei picchi glicemici, ma i suoi effetti condizionano anche la circolazione sanguigna.

Berberina – Studi recenti hanno evidenziato eccellenti proprietà di questa sostanza naturale estratta da alcune specifiche radici, che una funzione benefica sul metabolismo glucidico e sull’insulino-resistenza dell’organismo che la assume. Grazie all’ottimo effetto sul sistema cardiocircolatorio, aiuta anche la gestione del colesterolo cattivo e buono, contribuendo allo smaltimento di quello “cattiivo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.